L’escursione ai crateri sommitali del nostro “gigante buono”, è forse una delle mete più ambite dagli appassionati dell’escursionismo sull’Etna. La bellezza di questa spettacolare tela dipinta dalla forza della natura lascia i fortunati escursionisti senza fiato e con un ricordo indelebile nel tempo. Si ha la sensazione di sfiorare il punto d’incontro delle forze motrici dell’Etna, quella distruttiva, con la quale gli abitanti etnei da secoli hanno imparato a convivere, e quella creativa, che ci arricchisce con spettacolari manifestazioni della natura come esplosioni stromboliane, colate laviche... e tutto ciò che di vivo e pulsante è l’Etna.

Partenza da Piano Provenzana (Etna Nord, quota 1800 m), salita con i mezzi 4x4 della S.T.A.R.. Giunti a quota 2900 m si prosegue a piedi sino ad arrivare ai Crateri Sommitali (Cratere Centrale - Bocca Nuova) a quota 3300 m circa. Effettuata un'adeguata visita, iniziamo la discesa costeggiando il Cratere Nord Est e dirigendoci verso la spettacolare Valle del Leone, raggiungendo infine l’osservatorio vulcanologico di Pizzi Deneri. Da qui continuiamo la discesa verso Portella Giumenta attraversando il Canalone di Quarantore, fino a Piano Provenzana, meta finale della nostra escursione.

Giorno stabilito: Da Giugno ad Ottobre
Durata: 6-7 ore (dipende dal ritmo del gruppo)
Difficoltà: Medio-alta
Equipaggiamento consigliato: Scarpe da trekking, abbigliamento a strati per le diverse temperature che si possono trovare durante l’escursione, cappellino, bastoncini telescopici (se si hanno).
Avvertenze: L’ESCURSIONE È ASSOLUTAMENTE VIETATA A CARDIOPATICI, ASMATICI E IPERTESI.
Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4